2018
Casa della III Armata
Stato
Completato
Luogo
Gorizia (Italia)

Descrizione progetto
Riqualificazione del memoriale della Casa della III Armata.

Committente
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Segretariato Generale Struttura Di Missione Per Gli Anniversari Di Interesse Nazionale Ministero Della Difesa Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti

Equipe di progetto 

  • Capogruppo e responsabile integrazione prestazioni specialistiche: Studio Amati 
  • Responsabile progettazione architettonica: Studio Amati, Arc. It’s
  • Responsabile Progettazione Strutturale: Arch. Romina Sambucci
  • Responsabile Progettazione Impianti: Arch. Romina Sambucci 
  • Responsabile Geologica: Dott. Geol. Rimsky Valvassori
  • Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione: Arch. Francesco Abbati 
  • Artefatti Multimediali: Arch. Alessandro Baldoni 
  • Consulente scientifico: Dott. Emanuele Martinez
  • Responsabile qualità: Arch. Francesco Abbati

Incarico
Gestione del processo informativo, Coordinamento BIM,  modellazione BIM arch/str/MEP, clash detection, modellazione 4D e 5D

Superficie
7.737 mq

Budget
5.597.270 €

Crediti Immagini 
Parallel Digital, Orazio Carpenzano

 
 
L’intervento in questione nasce dalla volontà di valorizzare un importante patrimonioarchitettonico, storico e culturale non solo per la provincia di Gorizia, ma per l’intero territorio regionale e nazionale. 
Il recupero e la riqualificazione dell’edificio rientrano all’interno di una strategia più ampia che la Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso la Struttura di Missione per gli Anniversari di Interesse Nazionale, ha intrapreso.
In questo quadro, si colloca il progetto di riqualificazione del memoriale della Casa della III Armata, già stazione di approdo di lunghi pellegrinaggi da tutta Italia per piangere e onorare i caduti, poi struttura in parte allestita per raccontare la tragedia di quella bruciante vittoria con annesso presidio/caserma, una piccola stazione dei carabinieri, servizi e modesti spazi di accoglienza.
Si è deciso di costruire accanto al costruito per segnare un luogo dedicato alla memoria, partendo da un’approfondita conoscenza storica del contesto, sia ambientale che architettonico.
E’ stata svolta da Parallel Digital l’attività di coordinamento BIM in fase di esecutivo e la modellazione delle discipline  Architettonica, Impiantistica e Strutturale LOD D.
Sin dall’inizio sono stati identificati gli obiettivi BIM e raggruppati nel Capitolato Informativo in modo di stabilire una strategia per ogni uno.
E’ stato creato un modello per ogni disciplina, trattandosi di una ristrutturazione, i modelli sono stati impostati con due fasi (Stato di fatto e nuova costruzione) che ci hanno permesso di migliorare l’affidabilità delle informazioni sulle condizioni esistenti e di avere la verifica dimensionale degli elementi demoliti e dei nuovi elementi costruiti.
Ogni oggetto modellato è stato classificato con delle sigle alfanumeriche che corrispondono  alle voci di computo, alle fasi di cantiere e coordinamento della sicurezza e alla tipologia di oggetto. Con queste tre tipologie di codifica riusciamo a garantire una revisione di progetto mitigando i rischi di allungamento dei tempi e costi, i conflitti in cantiere e incrementando la produttività di cantiere.

Contatti

parallel.digital

Italia

Via Ignazio Pettinengo, 72
00159 Roma
+39 (0)6 87 56 61 10
parallel.digital

Svizzera

Rue de la Filature 22
CH-1227 Carouge
+41 (0)22 343 88 00
parallel.digital

Francia

‚Äč64-66 Rue des Archives
75003 Paris
+33 (0)7 63 11 68 31